Per 1.6 miliardi di persone nel mondo lunedi 6 maggio inizia il Ramadan.

Cosa ha deciso di organizzare Old Fashion per il periodo di Ramadan ?

Milano è sempre più una città cosmopolita con molteplici culture,etnie e religioni che coesistono pacificamente tra loro. Per andare incontro alle necessità della clientela di fede islamica che decide di seguire la regola, Old Fashion ha deciso di realizzare un menu apposito di “Brocche Analcoliche “ da servire ai tavoli  e ovviamente relativi cocktail ( analcolici ) da servire ai bar.
La tradizionale Shisha con una brocca di Cocktail analcolico costerà intorno ai 100 € ogni due persone ,mentre il cocktail analcolico sarà presente in tutti i bar del locale al prezzo di 10 €.

E’ un servizio per  la nostra clientela musulmana ( ma ovviamente dedicato anche a tutti coloro che optano per un bere più sobrio ) che potrebbe trovare poco confortevole  trascorrere una serata presso il locale, limitandosi a  bere solo le tipiche sodas quali Coca Cola, acqua tonica etc etc.

RAMADAN MUBARAK JUGS AND COCKTAIL

  1. QAMAR EL DIN …THE KING ( Siria )
    Estratto di albicocca ,gocce di sciroppo di rosa ,zucchero, ghiaccio
  2. TAMAR HINDI ( India )
    Sciroppo di tamarindo, estratto di agrumi, infusione di tè indiano ,ghiaccio
  3. SOBIA ( Arabia Saudita )
    Cocco fresco,Mandorle tostate, latte, ghiaccio
  4. KHASHAF ..OF COURSE ..!! ( Africa )
    Estratto di melone, cetriolo, basilico, ghiaccio
  5. RELAX IN THE DESERT 
    Mix frutti rossi, more, lamponi, zenzero

PREZZI :
JUGS  + NARGHILE’:  100 € x 2 Ps
TEA VERDE ALLA MENTA ( Teiera grande ) : 20 €
COCKTAIL AL BANCO BAR : 10 €


RAMADAN

Termina il 5 giugno, giorno di festa chiamato Aid Al Fitr o Aid Assaghir.

Milano è ormai da anni una città multiculturale e multietnica e siamo sempre più abituati a confrontarci con cittadini che hanno tradizioni e celebrazioni diverse tra di loro.
Per scoprire e comprendere una delle tradizioni religiose  presenti in città con la quale – magari – ci troviamo a dover interagire, abbiamo raccolto una breve guida su cosa sia il Ramadan.

Cos’è il Ramadan?

Il Ramadan è il nono mese del calendario islamico e dura 29 o 30 giorni. Il numero dei giorni varia in base all’osservazione della prima falce di luna nuova, essendo i mesi del calendario islamico basati proprio su una scansione del tempo lunare.

Cosa si fa durante il Ramadan

Per tutto il mese i musulmani devono astenersi dal mangiare, bere, fumare e avere rapporti sessuali tra l’alba e il tramonto e festeggeranno in preghiera la rivelazione del Corano da parte di Dio a Maometto. Nel mese del Ramadan (in cui secondo la tradizione il Profeta consumava solo un bicchiere di latte di capra e sei datteri al giorno) il Corano prevede che siano esentati dal digiuno i bambini, i malati, le donne incinte e coloro che devono intraprendere lunghi viaggi. Prima di ritirarsi per la notte i fedeli sono chiamati a speciali preghiere comunitarie in cui si recitano lunghi passi del Corano.

La preghiera

Durante il Ramadan ogni musulmano praticante deve recarsi a pregare in moschea. In questo periodo oltre alle consuete cinque preghiere giornaliere si deve recitare una preghiera speciale, il Taraweeh, la preghiera notturna.

Cosa significa calendario islamico?

Il calendario islamico è un calendario lunare in cui l’anno zero corrisponde al 622 d.C., anno in cui il profeta Maometto e i primi  musulmani si trasferirono dalla città di Mecca a quella di Medina.
Per i musulmani l’anno corrente è il 1439.

Perché il Ramadan non è mai nello stesso periodo dell’anno?

Il calendario lunare dura circa dieci giorni in meno rispetto a quello solare gregoriano utilizzato nella maggior parte del mondo.
Ogni anno, quindi, tutti i mesi islamici arrivano con dieci giorni di anticipo rispetto all’anno precedente.

In cosa consiste il digiuno?

Il digiuno è spesso largamente inteso come un’astinenza dal cibo, ma non è solo questo. I digiuni del Ramadan prevedono che ci si astenga dal bere, mangiare, avere rapporti sessuali, mentire, fumare, usare un linguaggio scurrile .
Bisogna essere più devoti possibile, fare beneficenza e passare molto tempo a leggere il Corano e meditare. 

Quanto dura il digiuno?

Il digiuno comincia prima dell’alba e termina dopo il tramonto. Non bisogna mangiare o bere nulla nelle ore di luce.
In Italia, bisogna smettere di mangiare intorno alle 3:30 di mattina e riprendere a farlo dopo le 20:30, ma gli orari variano da città a città.

Cosa succede se non si rispetta il digiuno?

Se una persona non è in grado di digiunare può decidere se recuperare i digiuni durante l’anno, prima dell’arrivo del prossimo Ramadan, o se dare un pasto a un povero per ogni giorno di digiuno che salta.

Si può mangiare qualsiasi cosa al termine del digiuno?

Dopo aver recitato una brevissima preghiera, si è soliti mangiare datteri o bere acqua per aprire il digiuno. Segue poi un pasto abbondante.

Cosa succede dopo l’ultimo giorno di digiuno?

Si festeggia. La festa che cade alla fine del Ramadan si chiama Eid ul Fitr. I festeggiamenti cominciano con il sorgere della luna nuova. Durante l’Eid, i musulmani indossano i loro vestiti migliori, si scambiano regali, passano del tempo con la loro famiglia, mangiano abbondantemente e si augurano a vicenda Eid mubarak, ovvero “buon Eid“. 

Quindi , se volete fare una buona impressione ,ricordatevi il 5 di Giugno di auguralo ai vostri amici musulmani. 

Fonte:  Sabika Shah Povia.