Vent’anni, fra gli artisti più seguiti e promettenti della scena rap e trap americana.

Gli hanno sparato mentre era alla guida della sua auto

 

“Muoiono tutti nei loro incubi”, Everybody dies in their nightmares, si intitolava uno dei primi successi di XXXTentacion. è diventato realtà nel pomeriggio di lunedì 18 giugno, quando il rapper americano, venti anni, è stato ucciso a Miami.

XXXTentacion, vero nome Jahseh Dwayne Onfroy, nato il 23 gennaio 1998 in Florida, si stava allontanando da una rivendita di motociclette quando è stato raggiunto da alcuni colpi di arma da fuoco esplosi da un’automobile.
Si conclude così in modo violento la sua storia salito alla ribalta ad appena diciassette anni grazie ad alcuni brani caricati sulla piattaforma musicale Soundcloud fino al primo grande successo, Look at me.
Ma mentre decollava la sua carriera musicale XXXTentacion è diventato anche una presenza fissa delle cronache per le sue vicende legali.
Seguitissimo sui social network, affidava spesso alla rete i suoi sfoghi. Tra i primi ad omaggiarlo dopo la morte, Kanye West.
Nella sua ultima diretta ha detto :

” Se dovessi morire o essere sacrificato, voglio essere sicuro che la mia vita abbia reso felici almeno cinque milioni di ragazzi, e che abbiano trovato risposte o soluzioni nella mia vita, indipendentemente da tutto quello che di negativo è legato al mio nome, indipendentemente dalle cattiverie che mi dice la gente “

 

Articoli correlati

Radio city Milano

Music ranking Aprile