Milano Arch Week 2018

Dal 23 al 27 maggio una settimana di mostre, incontri e workshop per indagare il futuro delle città

Al via il 23 maggio la seconda edizione di Milano Arch Week, la settimana di eventi dedicati all’architettura promossa da Comune di Milano, Politecnico di Milano e Triennale di Milano, in collaborazione con Fondazione Giangiacomo Feltrinelli. Fino a domenica 27 maggio, un ricco palinsesto di eventi aperti al pubblico, tra cui conferenze, workshop, installazioni, mostre e performance.

Old Fashion e ARCH WEEK

Mercoledi 23 maggio 2018 :

Old Fashion è parte di ARCH WEEK con il concerto dedicato a Jimi Hendrix proprio il 23 Maggio 2018  per celebrare il 50° anniversario del concerto che “il diavolo nero” tenne all’allora Piper ( così era chiamato Old Fashion nel 1968 ) proprio nella medesima data.
Il concerto è un tributo di Eugenio Finardi ,Fulvio Feliciano, Pino Scotto, e il chitarrista statunitense Stan Skibby & Friends alla leggenda del rock ed è parte integrante della mostra “Hey Jimy – The italian experience “ in Triennale dal 17 Maggio al 3 Giugno .

Una curiosità storica : nel Maggio del 1968 la Triennale di Milano fu occupata dagli studenti del Politecnico di Milano nell’impeto del maggio 68.
Arch Week torna quindi a unire idealmente ancora una volta  Triennale, Old Fashion e Politecnico come 50 anni fa.

 

Sabato 26 Maggio 2018 :

In collegamento diretto con l’evento di sabato sera che si tiene in giardino della Triennale ( con numerosi dj set e ospiti internazionali ) Old Fashion trasmetterà fino alle 01:00 del mattino la musica di ARCH WEEK .

 

I grandi della architettura contemporanea

Ma Arch Week è soprattutto una settimana di mostre e appuntamenti  con l’architettura realizzata in collaborazione con il Comune di Milano e il Politecnico e quindi sono programmati numerosi talks tenuti da alcune delle firme più prestigiose dell’architettura contemporanea come i quattro premi Pritzker Jacques Herzog (24 maggio ore 18.30, Fondazione Feltrinelli), Kazujo Sejima (24 maggio ore 18.00, Politecnico di Milano), Whang Shu (26 maggio ore 18.00, Triennale di Milano) e Toyo Ito (27 maggio ore 21.00, Triennale di Milano).

Gli appuntamenti

L’edizione 2018 e la sua settimana di mostre – Urbania, uno sguardo sul futuro delle città – si propone come momento di riflessione sullo sviluppo dei grandi centri urbani ( come il Comune di Milano ). Ne parleranno Massimiliano Fuksas (ore 19.00) e Alberto Campo Baeza (ore 20.00) nelle prime due lectures di inaugurazione al Politecnico di Milano. Il programma di incontri prosegue con Carrilho Da Graça (24 maggio ore 16.00, Politecnico), Oren Yiftachel (25 maggio ore 10.00, Fondazione Feltrinelli), Charlie Peel (25 maggio ore 13.00, Fondazione Riccardo Catella), Harvey Molotch e Paolo Verri (25 maggio ore 16.00, Fondazione Feltrinelli), Ensamble Studio (25 maggio ore 20.30, Triennale), The Decorators (26 maggio ore 19.00, Triennale), Cino Zucchi (26 maggio ore 19.00, Fondazione Feltrinelli), Bjarke Ingels (26 maggio ore 20.00, Triennale), Iñaqui Carnicero (27 maggio ore 16.00, Triennale), Jeanne Gang (27 maggio ore 18.00, Triennale), Alberto Rollo (27 maggio ore 18.30, Fondazione Feltrinelli), Ecosistema Urbano (27 maggio ore 19.00, Triennale), Sou Fujimoto (27 maggio ore 20.00, Triennale), Juan Herreros (27 maggio ore 19.00, Triennale), e Patrick Blanc (27 maggio ore 16.00, Triennale).

Il programma completo su milanoarchweek.eu